Zuccarello: a spasso con il fotografo in uno dei Borghi più belli d’Italia | Domenica 8 agosto 2021.

Uno può avere un focolare ardente nell’anima e tuttavia nessuno viene mai a sedervisi accanto.

I passanti vedono solo un filo di fumo che si alza dal camino e continuano per la loro strada.

(Vincent van Gogh)
Scorcio di Zuccarello fotografato da MIRKO BURRONI

Ciao cari lettori, come state? Oggi desidero parlarvi un po’ di Zuccarello, piccolo ma importante borgo della provincia di Savona.

Piccolo sì, perché come dice il suo nome “zucco”, si tratta di un poggio, una collina arrotondata, dove vivono poco più di 300 abitanti. Ma conosciuto dai più, perché viene annoverato tra i Borghi più belli d’Italia. Ed è qui che lo scorso 8 agosto, domenica, io, il mio docente del corso di Fotografia e i miei compagni di avventura, ci siamo recati per realizzare alcuni scatti ed apprendere tante altre nozioni di fotografia (almeno, parlo per me, perché i giovani allievi di cui vedrete le opere, erano già sul pezzo da tempo 😉). Quindi su ogni foto vedrete il nome di ognuno di noi, così che possiate conoscerne lo stile. Ringrazio quindi Mario Rossello FOTOGRAFO per avermi dato la possibilità di utilizzare le foto di Matteo Azili e Mirko Burroni, giovani e promettenti fotografi, nonché compagni del corso di fotografia, che ho seguito durante i mesi di luglio-agosto 2021 ad Albenga.

Qui ho tentato di dare all’acqua in movimento l’effetto neve, con una lunga esposizione.

Zuccarello è ubicato tra altri piccoli Comuni, ugualmente ricchi di storia e di cose da vedere: Erli, Castelvecchio di Rocca Barbena a nord, Castelbianco ad ovest, Balestrino ad est e Cisano sul Neva a sud (di cui potete leggere il mio precedente articolo cliccando qui).

La sua storia è molto antica, pare infatti che la costituzione del borgo da parte dei suoi abitanti risalga al 1248 e sia stata ultimata durante il Natale del 1249. Ai tempi erano tre la Famiglie che dominavano l’entroterra savonese: i Del Carretto (facente parte anche della zona del finalese), i Lengueglia e i Clavesana: furono proprio i marchesi dei Clavesana a sottoscrivere l’atto costitutivo di Zuccarello, insieme con la popolazione della Val Neva.

,,,,

I caratteristici portici di Zuccarello fotografati da MATTEO AZILI.

Passeggiando lungo la via centrale, troviamo gli inusuali portici, con arcate di grandezze diverse, alternati ai caratteristici carruggi liguri, che ci regalano un’atmosfera trasudante di tradizioni e romanticismo.

Non si può parlare di Zuccarello, senza nominare la dama che qui vi nacque: Ilaria del Carretto, figlia del marchese Carlo Del Carretto, che esercitò il suo potere per un lungo periodo, fu la sposa di Paolo Guinigi, signore di Lucca. Il destino di Ilaria fu infelice. La sua morte avvenne nel 1405, a soli 26 anni e dopo 2 anni di matrimonio, dopo aver dato alla luce la figlia Ilaria Minor.

Il marito fece commissionare a Jacopo della Quercia, un sarcofago in marmo, visibile presso la Cattedrale di San Martino in Lucca e considerato un capolavoro di scultura funeraria. La salma è però sepolta nella Chiesa di San Francesco.

«Tu vedi lunge gli uliveti grigi
che vaporano il viso ai poggi, o Serchio,
e la città dall’arborato cerchio,
ove dorme la donna del Guinigi […]»
(Gabriele D’AnnunzioElettra)
(Gabriele D’AnnunzioElettra)

Entrando nel borgo di Zuccarello, è lei,

Ilaria Del Carretto, che ci fa immediatamente gli onori di casa.

La statua in bronzo, elegante ed austera, è stata fatta posizionare in suo onore, nel 2007.

Una stupenda carrellata di scatti di MATTEO AZILI.

Il borgo di Zuccarello, data la sua posizione altamente strategica, fu più volte conteso durante le guerre nobiliari.

Da ricordare ad esempio la nota “guerra del sale” o “guerra di Zuccarello” del 1625, sfociata dopo che Ottavio del Carretto vendette la sua parte alla Repubblica di Genova per 200.000 fiorini. Genova ebbe la meglio e nel 1633, dopo complicate controversie, poté aggiudicarsi il pieno controllo del feudo di Zuccarello.

Grazie alle sue torri medievali, al suo ponte romanico ancora intatto, alla suggestione dei portici e del luogo in generale, qui sono stati anche ambientati dei film 😎

Una meravigliosa galleria di scatti di MIRKO BURRONI.

Il Comune di Zuccarello, certificato ISO 14001 del proprio sistema di gestione ambientale e inserito nel Parco Naturale di Poggio Grande, offre un variopinto scenario Floro faunistico, per chi ha voglia di seguire i molteplici itinerari e sentieri, anche lungo il Torrente Neva.

Io super goduta dopo la mattinata di corso 😉😎 grazie a Manuela per le foto!
SE VOLETE AVERE INFO SUL MIO OUTFIT DA "FOTOGRAFA": 
Sapendo che avrei dovuto camminare per i carruggi e probabilmente abbassarmi ed accovacciarmi per tentare di realizzare scatti più avanzati, mi sono vestita in modo casual e comodo. Infatti, anche se i jeans d'estate sono banditi totalmente dai miei outfit, li ho comunque indossati certa che mi avrebbero salvato in qualsiasi situazione. Questo paio lo possiedo già da diversi anni e si trovano in molti dei miei look: è un modello boyfriend, chiusura a bottoni ed applicazioni, sono di ANNACRISTY MILANO. La T-shirt invece l'ho appena acquistata con i saldi da OVS Albenga, dove spesso trovo dei pezzi basici a poco prezzo. I sandali, molto comodi, sono di PITTAROSSO Albenga (i due negozi si trovano uno accanto all'altro, pertanto mi capita tante volte di visitarli uno dopo l'altro). Gli accessori davvero molto carini, collana con scritta e cavigliera, sono di PERLAGE. 
Giulia Barcella, artigiana che ho scoperto su Instagram e che vi consiglio vivamente, realizza tantissimi bijoux, originali e a prezzi contenuti, e lei è una persona davvero speciale.

E siamo arrivati alla fine dell’articolo! A fatica sono riuscita a terminarlo, soprattutto perché l’ho scritto con la sola mano sinistra, la destra al momento è immobilizzata causa caduta di una settimana fa…sigh!

P.S.: singolare il fatto che abbia iniziato la stesura dell’articolo proprio il giorno 24 agosto, data in cui ricorre la festa del Patrono di Zuccarello, SAN BARTOLOMEO, che dà il nome alla chiesa della città.

Se vi è piaciuto e se vi fa piacere, come al solito, potete mettere un bel like e lasciarmi un commento, ne sarò felice!

2 risposte a “Zuccarello: a spasso con il fotografo in uno dei Borghi più belli d’Italia | Domenica 8 agosto 2021.”

  1. Avatar Simona Della Valle
    Simona Della Valle

    Brava Laura, bellissima pubblicità x un borgo magico come Zuccarello, purtroppo poco popolato. Ti invito (di nuovo) a fare la passeggiata che da Zuccarello porta a Castelvecchio. Ovviamente munita di macchina fotografica (e scarpe da trekking).

    "Mi piace"

    1. Grazie mille per il suggerimento, è un percorso che volevo già fare in effetti 😉 ne terrò sicuramente conto per una prossima (……) gita! 😘

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: