Pomeriggio nella città delle Torri e della Fionda ✌🌇 Albenga. 5 novembre 2017.

2017-11-05-14-59-50-722.jpg

Eccomi qui. Finalmente vi parlo un po’ della città in cui vivo e che mi ha visto nascere, Albenga (SV) 😊

Città di grande rilevanza in Liguria, non solo per essere la seconda città di importanza dopo Savona, che ne è il capoluogo di Provincia. La città di Albenga vanta una fiorente economia, basata in prevalenza sul commercio, terziario e non ultimo turistico, ed in particolare nel settore agricolo e floricolo. Infatti facendo un giro per la città e le sue frazioni, si possono scorgere tantissime coltivazioni e serre con profumate piante aromatiche e coloratissimi fiori.

Oggi però vi voglio parlare di una parte del centro storico, una piccolissima parte perché in realtà vi è molto da dire.

Nel mio girovagare tra i vicoli del centro storico oggi sono stata accompagnata da un’amica, che si è gentilmente offerta come mia fotografa .

_20171104_194717.JPG

Abbiamo approfittato di questi splendidi muri dipinti, ormai conosciuti come sfondi di tante foto di moda, tant’è che un signore che abita lì vicino è venuto da noi e ci ha dato gentilmente alcune dritte.

DSC_3639
Sinceramente non sò che posa sia questa… Però mi pareva simpatica
DSC_3641
Ecco la mia fotografa mentre suona la Nona di Beethoven

Proseguendo per il vicolo siamo arrivate alla sede dei “Fieui di Carruggi”, in dialetto ligure “I bambini dei Carruggi”. Voi direte, ma di cosa stai parlando? Si tratta di un gruppo di alcuni signori “ingauni” doc, nato nel 1989 inizialmente a sfondo goliardico, che negli 50-60 erano “fieui”, ovvero ragazzi. Non a caso il simbolo dei “Fieui di Carruggi” è la Fionda, che ai tempi dell’occupazione francese, nel 1798 circa, era usata dai ragazzini contro i soldati e per questo ne era stato vietato l’uso con pene severe ai trasgressori.

DSC_3656

Nel corso degli anni, il gruppo si è impegnato nel sociale e culturale, con molte manifestazioni e serate. Fino a istituire nel 2007 il premio “Fionda di Legno”, che tra i vari vincitori, a titolo simbolico, annovera, solo per fare alcuni esempi, Antonio Ricci, Paolo Villaggio, Fabrizio de André (alla memoria), Fiorella Mannoia.

_20171104_195155.JPG

Il mese di ottobre è ricco di avvenimenti ed è dedicato al grande Fabrizio de André, con numerose iniziative, mostre e concerti, tutte volte alla solidarietà, come per esempio in aiuto dei paesi terremotati del centro Italia.

_20171104_195313
“Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori” frase bellissima di De André.

Proseguendo per i vicoli bellissimi del centro storico, rimango ogni volta sorpresa dalla sua bellezza…

Ed arriviamo in Piazza San Michele, dove è situata la sede del Municipio. Di fronte la Cattedrale di San Michele Arcangelo ed il

Battistero.

DSC_3669
Mi dispiace per la luce non proprio a favore, ma non mancherò di pubblicare altri articoli e foto durante la bella stagione.

La Cattedrale di San Michele Arcangelo, ha una storia veramente lunga ed interessante. Il suo primo insediamento risale all’epoca paleocristiana, al IV – V secolo A.C. Si sono susseguite poi numerose ristrutturazioni, per arrivare ai secoli XII – XIII, quando venne riportata alla forma basilicale che possiamo ammirare ora, nel tipico stile gotico romanico presente in tutta la Liguria.

_20171104_200523
Seduta sulle scale accanto al Battistero, monumento principale dei primi tempi del Cristianesimo in Liguria.

Per il mio look di oggi

Ho messo un paio di jeans skinny neri, una blusa rosa cipria abbinamento di colori che amo particolarmente 😍 sopra un chiodo in pelle con leggera imbottitura. Era nell'armadio da diversi anni, ma non lo avevo più indossato perché mi stava un po' stretto. Dato questo grande ritorno del chiodo in tutte le salse, ho pensato di riprovarmelo, anche perché mi dispiaceva non usarlo più essendo ancora nuovo. Ed ecco che mi sta bene! Felicissima io 😊 Quindi vorrei darvi un consiglio, se avete un capo di buona fattura nell'armadio, anche se non è più del tipo "l'ho appena comprato", ma è comunque in buono stato, non ve ne sbarazzate, potreste poi pentirvene in futuro 😉
E voi avete un capo nell’armadio che vorreste reinventare? 😊

Per chiudere l’outfit mi sono messa sopra una sciarpona morbida, nel caso facesse freddo… Cosa che poi non si è verificata, se non per un po’ d’aria in alcuni punti.

Ho messo un paio di scarpe tipo sneakers (modello tipo la famosa marca che inizia con A e finisce con S, per intenderci). La marca è Mitarotonda (su Qvc Italia) una marca Made in Italy 100%. Sono in camoscio nere, con piccolo rialzo interno e profilo e imbottitura dietro in oro rosa dorato. Particolarità di questa scarpa, la possibilità di essere personalizzata. Infatti i lacci in dotazione sono tipo caucciù dorati, ed il secondo paio è in raso, quelli che avevo oggi. In più hanno due pompon, uno dei trend del momento, che si possono applicare sui lacci dove vogliamo. Veramente comode come delle pantofole.

Facciamo il giro ed arriviamo alla scenografica piazzetta dei Leoni, che ospita la parte absidale della Cattedrale di San Michele Arcangelo.

E ce ne andiamo, prima che la pioggia prevista ci sorprenda, dato che è da troppo tempo che non piove, forse ne verrà giù tanta!

Ma di sicuro verrò di nuovo a visitare il centro storico di Arbènga (in ligure) o Albingaunum (in latino), perché è una città che ha un grande passato ed un auspicabile ricco futuro.

Vista mare tra i carruggi di Imperia Porto Maurizio🌊 2 Novembre 2017.

DSC_3039

Una domenica pomeriggio di circa un mese fà, ho deciso di andare ad Imperia, Porto Maurizio, di preciso in località Parasio.

Era parecchio tempo che non ci andavo e ho approfittato della bella giornata per fare una visita e due foto. Il tempo a settembre è sempre molto piacevole, poichè le temperature sono più “umane” e si respira quell’arietta fresca che ti fà subito pensare all’autunno in arrivo e dimenticare le spiagge affollate di turisti solo poco tempo prima.

Il Parasio, situato su un un promontorio sopra Porto Maurizio, ne è il suo centro storico medievale. Abbiamo dei centri storici veramente di grande rilievo qui in Liguria. Qui ritroviamo anche una forte nota storico religiosa. Infatti, la più importante opera architettonica che ci si trova davanti appena si accede alla Piazza del Duomo, è la Basilica di San Maurizio, che, grazie alle sue dimensioni, vanta il primato di Chiesa più grande ed il maggior luogo di culto di tutta la Liguria.

DSC_1497

La Basilica si staglia con imponenza sulla Piazza del Duomo, dove ora hanno sede gli Uffici della Questura. Il progetto risale al 1781 da parte dell’architetto Gaetano Cantoni, ma venne conclusa solo nel 1838, quando si dovette sostituire il vecchio Duomo. Lo stile è quello del neoclassico, come si può immediatamente notare dalle otto colonne della facciata. La sua grandiosità ci riporta al  fiorente periodo delle Repubbliche Marinare di Genova e Porto Maurizio.

Quando sono entrata la prima volta, devo dire che sono rimasta per un po’ senza fiato. La sua superficie, che arriva a 3000 mq. e le opere al suo interno, ti trasportano all’epoca dell’antica Roma e a tutto il suo splendore. Oltre al fattore estetico di un’opera del genere che, oggettivamente può lasciare attonito chiunque, io amo entrare nelle chiese per accendere una candela. Soprattutto quando non c’è nessuno dentro e si può rimanere in completo silenzio, in ascolto dei propri pensieri e preghiere e nelle narici quel tipico odore di incenso che ti ricorda la sacralità del luogo.

Percorrendo la navata centrale, possiamo imbatterci in grandi opere statutarie e pittoriche della seconda metà dell’Ottocento come la statua di San Maurizio di Carlo Finelli, le statue dei quattro Evangelisti di Salvatore Revelli. E quadri, come La Caduta di San Paolo, Caino e Abele di Cesare Viazzi.

Proprio nel 2018 sarà festeggiato il 180′ anniversario della consacrazione della Basilica concattedrale.

DSC_1499

Per fare questa passeggiata, ho voluto essere fashion ma comoda. Quindi vai di scarpa bassa, una slip on di Primadonna, che ha la calzata potrei dire quasi di una pantofola, ma che si adatta bene ad ogni outfit. Poi, dato che ci troviamo in un contesto “marinaro”, quale miglior abbinamento se non il bianco / blu? 😉 un total look by Annacristy Milano: camicia con motivo in pizzo sulle spalle, blazer con zip dorate, jeans bianchi con rotture e spruzzi dorati, borsa in paillettes blu autoscriventi. Devo dire però una cosa, sono un’amante del blu, perciò in molti dei miei outfit vedrete questo colore.

Uscendo dal Duomo, si procede per i tipici carruggi liguri, che anche qui, ci sorprendono per la pulizia e ricchezza di particolari, grazie ai loro amorosi abitanti.

La parola “carruggio” significa “vicolo stretto…in pendenza… tipico delle cittadine liguri”. Non è difficile immaginarsi la vita di quei tempi antichi, dove bastava mettersi fuori dalla porta di casa per fare due chiacchiere e condividere le ultime notizie 😊 Probabilmente non era nemmeno necessario chiudere la porta di casa anche perché ci si conosceva tutti…

E a voi, piacerebbe fare un salto indietro nel tempo e vedere come si viveva nel 1800 e dintorni? 😉

Verso Diano Marina e Diano medievale 🏰 ⛵29 ottobre 2017.

DSC_3574.JPG

Oggi il mio giro si è svolto nella provincia di Imperia, precisamente a Diano Marina e Diano Castello, come facilmente comprensibile dai nomi, l’una località marittima e l’altra località collinare.

Entrando nella zona pedonale di Diano Marina si può fare un giro in tutta tranquillità, tra numerosi negozi di ogni genere e bar accoglienti dove poter ascoltare musica e sorseggiare un aperitivo in compagnia.

DSC_3505.JPG

Certo è che in questo periodo dell’anno l’afflusso di turisti è molto moderato. Comunque chi possiede una casa in Liguria, si sposta facilmente dalla Lombardia o dal Piemonte, per venire anche solo un weekend a respirare un po’ di aria buona.

Noi liguri conviviamo tutto l’anno con il vento, che anche se ci siamo nati qua, lo sopportiamo sempre a fatica…diciamo che è una simpatica costante della nostra vita 😉

Faccio due passi sul molo, dove d’estate si svolgono molte manifestazioni canore e di spettacolo, come anche concorsi e sfilate di moda. La mia sfilata personale oggi è con un paio di jeans che adoro, modello boyfriend con banda laterale ed applicazioni. Il boyfriend è quel tipo di jeans che ha il cavallo un po’ basso, rimane morbido sulle gambe e ha una lunghezza diversa. È un modello molto confortevole e permette diversi tipi di indosso, con una scarpa bassa ci dà un look più scanzonato, mentre con un tacco ci regala quel tocco modaiolo pur essendo comodo. Basta indossare sopra un blazer per avere un allure elegante ma non troppo 😉 Sotto il blazer una blusa con rouches di colore rosa, una delle accoppiate di colori suggerite per questa stagione e che personalmente trovo molto piacevole. Gli stivaletti hanno sono in velluto, altro must di stagione, colore viola scuro. Una scarpa che non passa inosservata 😊. Borsa pochette nera morbida da portare a mano o a tracolla.

Jeans Elena B, blazer Annacristy Milano. Blusa Olly Doo su Qvc, stivaletti Galieti su Qvc. Borsa Posh Albenga.

Dopo aver assaporato un po’ di aria di mare ho pensato bene di salire verso la collina ed andare a fare due passi nel bellissimo borgo medievale di Diano Castello, qualche km salendo verso la collina.

Borgo medievale di Diano Castello

Ogni qualvolta si accede ad un borgo medievale, si rimane sempre affascinati dall’urbanistica dell’epoca armonizzata con gli stili delle epoche successive.

Si torna indietro fino al X Secolo, quando i pirati saraceni dovevano essere bloccati da mura di cinta e da borghi come questo, situato su un colle a più di 100 m. sul livello del mare. Purtroppo alcuni edifici e monumenti sono stati danneggiati in maniera importante durante il terremoto del 1887, il più forte di tutta la storia della Liguria.

DSC_3558.JPG

Uno dei tanti siti storici che merita una menzione è sicuramente la Chiesa dell’Assunta, che risale al periodo dal XII – XIII secolo. Al suo interno si ritrovano insieme diverse espressioni stilistiche, come il gotico, il barocco e non ultimo il romanico. Da vedere i bellissimi affreschi tra cui una Madonna con il Bambino e San Cristoforo e le immagini relative alla storia di Cristo.

Ora si è alzata un po’ di arietta fredda e quindi, taaaac, metto la mia favolosa mantella, regalo di un’amica 😊

DSC_3562

Mentre proseguo la camminata, non molto comoda con i tacchi sui ciottoli…mi imbatto in un allestimento per un matrimonio 😍 devo dire veramente una location stupenda!

E in un contesto al contempo antico e moderno, si trovano anche case appena ristrutturate e dai colori così attuali che non possono non piacermi.

Torno a valle, e penso che tanto c’è ancora da vedere, in una regione che dal mare alla montagna offre sempre storie da raccontare.

Una passeggiata fino al Porto di Andora 👠⚓ 22 ottobre 2017.

Attenzione: non fare la piega in caso di vento 😁

Ho sentito dire che camminare porta dei grandi benefici…a parte l’ironia, penso che questa sia una notizia ormai chiara a tutti noi. Almeno mezz’ora al giorno, aiuterebbe a ridurre il colesterolo cattivo, ad abbassare la pressione arteriosa ed anche a combattere lo stress e portarci un po’ di buonumore, che non guasta mai.

Allora, come tutte le buone abitudini, bisogna avere costanza… Ma io dico che, quando se ne ha l’occasione, una bella camminata è sempre un buon motivo per uscire e stare all’aria aperta.

Certo è che qui di aria non ne manca! Sarà per questo che il cielo è quasi sempre azzurro e durante i week end qui, ad Andora (SV), molti amanti degli sport acquatici si cimentano in coreografie aeree ed acrobazie a pelo dell’acqua.

Durante le loro peripezie, ci scappa, come di consueto qualche foto scattata dalla mia fotografa di fiducia – la mia mamma – alla quale chiedo sempre di prendermi per intera per mostrate il mio outfit. Oggi indossavo un total black, cosa per me un po’ inconsueta, amando molto i colori, ho messo perciò un capospalla colorato. Un chiodo di color lilla chiaro, che dona molta luce al viso (disponibile in altri colori da Bershka). Sotto una blusa nera con le rouches sul bordo e sulle maniche ed un paio di jeans ultra skinny, con solo due piccole rotture sul davanti e un accenno di sfilacciatura al fondo della gamba. Blusa e jeans di Annacristy Milano. Una piccola borsa a tracolla in similpelle, per metterci quelle due-tremila cosuccie che solo noi donne sappiamo a cosa servono (borsa Via Roma) 😉 Ai piedi un paio di semplici décolleté, a tacco basso, impreziosite dai pompon in finto pelo nero (scarpe in raso e pelle Francesco Milano e pompon applicabili, sempre di Annacristy Milano).

DSC_3323

-Dopo aver osservato, direi con grande piacere, questi sportivi “pinnati”, si prosegue sulla passeggiata fino al Porto.

Qui è possibile ammirare, come in tutti i porti turistici che si rispettano, numerose imbarcazioni o natanti per dirla in gergo, i cui nomi suscitano spesso una risata. Fin da quando ero bambina mi ha sempre affascinato fare il giro del Porto e fantasticare sui possibili proprietari delle barche più belle. E pensare quale destinazione avevano intenzione di raggiungere e qual era il motivo della scelta del nome della loro barca.

DSC_3334

Ci sono anche due pescatori all’opera: si accingono a sistemare le loro reti, che useranno nella prossima uscita al largo, fiduciosi in una b… Ops, no, mai dire ad un pescatore “Buona pesca!”, poiché è risaputo che si tratta di una specie (i pescatori) molto superstiziosa. Se non volete perciò farvi dire brutte parole, è preferibile non fare loro nessun tipo di augurio.

DSC_3333

E a voi, è mai capitato di fare un buon augurio, che poi non si è rilevato tale?

Ps a proposito, questo è il mio primo articolo! E spero sia stato di vostro gradimento 😊

Benvenuti nel mio blog!

DSC_3099
Foto bellissima scattata dalla mia amica Claudia 😍

Ciao a tutti!

Sono Laura e abito in Liguria.

È da molto tempo che ho in testa di creare qualcosa che mi rispecchi, e che dia spazio alla mia creatività ed immaginazione.

Adoro scrivere e raccontare, e così quale miglior modo per farlo ed essere al passo con i tempi? 😊

Con il mio blog desidero condividere la mia passione per la fotografia, la scrittura e non ultima la moda, il tutto nella splendida cornice della mia regione, la Liguria.

Mare, colline, scenari fiabeschi e tanta storia, qui ne abbiamo veramente per tutti i gusti!

DSC_2829
Ph. La mamma 💗